Biofisica e biosensoristica

Immagine
Biosensori

In questo ambito di ricerca multidisciplinare, ampiamente sviluppato nel nostro Ateneo, nel nostro Dipartimento studiamo alcuni aspetti compresi fra la biofisica e l’utilizzo di nanotecnologie, fra i quali:

a) Sviluppo di biosensori ottici basati su superfici nanostrutturate, ad esempio metalli (Ag, Au) con reticoli fotonici e nano-pillars organici in grado di legarsi a molecole biologiche poi rivelate attraverso il segnale ottico. Collaborazione con il Joint Research Center della EU a Ispra (VA). Nell'ambito di questa attività il Dipartimento lavora in sinergia con la società PLASMORE s.r.l. - spin-off accademica riconosciuta dall'Università di Pavia che partecipa a diversi progetti europei.

b) Studio della risposta SERS (Surface Enhanced Raman Scattering) di self-assembled monolayers di oro e argento ancorati a substrati vetrosi e opportunamente funzionalizzati per monitorare la risposta antibatterica e la capacità di rivelare precocemente dinamiche cellulari maligne. 

c) Studio e caratterizzazione di matrici organiche/inorganiche per sviluppo di microstrutture biocompatibili, matrici farmacologiche, superfici funzionalizzabili, carrier nanostrutturati.

d) Modeling e machine learning per il design e l'analisi della risposta di nanostrutture sensoristiche e/o fotoniche. 

Responsabile: Franco Marabelli

Membri del gruppo: Pietro Galinetto, Franco Marabelli, Maddalena Patrini, Giovanni Pellegrini